Punto n.758 del 03-12-2021
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Creazzo n.758 del 03-12-2021
IL SUOLO, UNA RISORSA NON RINNOVABILE
Alessandro Bedin

A dirla come indica Paolo Pileri (professore associato di pianificazione territoriale e ambientale al Politecnico di Milano) “Ci sono parole che racchiudono una bellezza e un’intensità che ci sfuggono. Il suolo è una di queste... Da sempre in basso, calpestato, considerato sporco, è in realtà qualcosa di delicato e complesso, di segreto e meraviglioso, di potente e sottile, di vivo e non morto, di sano e non malato, di abitato e non desolato, di profumato e persino buono. (Il suolo è bello e pochi lo sanno)... Il suolo è da sempre la più grande innovazione... l’unica risorsa che trasforma la morte in vita. Il suolo é bello ed è bello «essere suolo» divenendone difensori civici perché il suolo non si salva da solo, ma con noi. Il nostro impegno, e il nostro domani, é farlo capire e convincere ciascuno a prendersene cura, sapendo che é un bene per gli altri, per l’ambiente e anche per sé.” Il Suolo è una risorsa non rinnovabile: quello che abbiamo perso lo abbiamo perso e quello che perderemo ancora lo avremo perso per sempre (non è sufficiente depavimentare un suolo per averlo vivo come era prima; bisogna curarlo per decenni o centinaia di anni apportando CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Creazzo KLIK