Punto n.1011 del 26-11-2021
Pag.1 < > Pag.2

Punto di Montecchio n.1011 del 26-11-2021
PEDEMONTANA
Daniela Muraro

Egregio direttore, se il progetto della Pedemontana Veneta fosse stato a suo tempo presentato per quello che è cioè una strada interprovinciale (per ora da Malo a Montebelluna) e non un'Opera Strategica rientrante nella Legge Obiettivo in quanto parte del Corridoio 5 Lisbona-Kiev e con tanto di commissario straordinario, avrebbero potuto i suoi proponenti pretendere un pedaggio? Non credo, perché una strada interprovinciale è al servizio del territorio e non viceversa.
Per noi abitanti dei Comuni interferiti e vicini ne era però prevista l'esenzione. Questa esenzione dal pedaggio si concretizzò poi in 21Km giornalieri dal casello più vicino alla residenza e ciò per 10 anni (poi a calare). Successivamente questo vantaggio fu sostituito da uno più modesto: gratuità per gli ultrasettantenni e per gli studenti sino all'età di 23 anni. 
Colonne di tir dal Portogallo, dalla Spagna, dalla Francia e dal resto d'Italia non si prospettavano e allora la SIS, la società concessionaria e costruttrice, decise che per fare cassa ci volevano tutti gli abitanti della fascia pedemontana e abolì anche il secondo e modesto vantaggio. Con il contratto del maggio 2017 (i precedenti sono ... CONTINUA A LEGGERE...




Punto di Montecchio KLIK